Irinox Home

Sono arrivata da Irinox, nella piena marca trevigiana, alle undici meno un quarto di mattina per capire meglio come funzionano i loro famosi abbattitori di temperatura.

Avevo solo tre certezze su questi prodotti:

  • sono adatti alle persone che amano cucinare;
  • vengono utilizzati nella ristorazione per abbattere il famoso batterio del pesce crudo;
  • sono uno strumento professionale che ora sta andando di moda nel settore domestico.

Io sono tremenda in cucina, distratta e pasticciona, la vivo come un vero e proprio stress. Brucio piadine e faccio strabordare dalla pentola persino il latte del bambino, quando dovrei semplicemente scaldarlo un pò. Cosa dovrebbe spingermi a comprare un abbattitore quindi? E’ davvero un prodotto fatto solo per appassionati di cucina?

Irinox è una azienda italiana nata nel 1989 in Veneto che ha sempre lavorato per il mondo professionale della cucina, fabbricando i prodotti in prima persona e facendo della continua innovazione e ricerca, la sua migliore caratteristica. Nel 2005 è nata la divisione Home che si è posta la mission di portare un abbattitore in ogni cucina, appoggiandosi ad architetti e designer per aggiungere bellezza alla già pregiata funzionalità dei loro prodotti. Ho voluto conoscerli da vicino perché  Irinox non è un marchio che si può trovare nei grandi negozi di elettrodomestici.

Perché? “I nostri, sono elettrodomestici di nuova generazione, di cui dobbiamo diffondere la cultura. Per farlo, abbiamo bisogno di spiegarli al meglio nelle loro innovative funzioni in ambito domestico” . Parola di Alice Acoleo, che segue la comunicazione per Irinox Home.

Fresco, il loro abbattitore da libero posizionamento ha fatto breccia nei cuori di molti. Le dimensioni ridotte, il design accattivante e la semplicità d’uso ne hanno fatto in poco tempo un prodotto di punta assieme a Freddy, il modello da incasso. Freddy ha inoltre la possibilità di adattarsi ad ogni tipo di arredamento dal momento che è possibile scegliere di personalizzarlo con le diverse finiture pregiate di De castelli.

Vengo portata da Alice e dalla Corporate Chef  nel loro showroom “Freshness meets design”, un’area living con cucina funzionante dove sono stati inseriti prodotti di eccellenza dell’interior design e del mondo degli elettrodomestici.

Partiamo però da una parete laterale che riunisce gli ultimi modelli della linea Home di Irinox: Freddy, l’abbattitore ad incasso; Zero, la macchina del sottovuoto in cassetto a scomparsa; Wave, l’erogatore di acqua liscia e gassata e Vinoteca, la cantinetta vini.

Ma a me interessano gli abbattitori.

COSA È UN ABBATTITORE DI TEMPERATURA.

Chiedo loro che cos’è un abbattitore, prima di tutto e mi rispondono che la migliore definizione che si può dare è che si tratta di un elettrodomestico di passaggio. 

Ci consente di conservare meglio il cibo in frigorifero e freezer, mantenendo inalterate le proprietà degli alimenti.
Esistono  tre modalità di utilizzo:

  • in positivo:  abbassare la temperatura degli alimenti fino a tre gradi sopra allo zero per favorire la conservazione in frigorifero;
  • in negativo: abbassare la temperatura fino oltre i venti gradi sotto lo zero per aiutare la conservazione in freezer;
  •  cottura lenta : permette di non disperdere le proprietà e il sapore del cibo, utilizzando in maniera limitata i condimenti.

A queste si aggiungono  anche altre funzioni ma queste sono le più importanti. Mi spiegano che quando si scongela qualcosa di abbattuto, la resa del cibo è differente da un cibo che passa da temperatura ambiente, direttamente al freezer.  Ad esempio un pezzo di cibo inserito direttamente in freezer deve esser messo a scongelare in un piatto perché rilascia una quantità enorme di acqua, un alimento prima abbattuto ne rilascerà un decimo. Tra loro è la stessa differenza che c’è tra un cibo messo nella neve e uno nel ghiaccio.

Abbattitore: neve .  Congelatore: ghiaccio.

UNADJUSTEDNONRAW_thumb_28b

Mi viene portata ad esempio una sardina prima abbattuta ,a sinistra nella foto : il suo aspetto è fresco ed integro come appena pescata. A destra invece si può vedere una sardina messa in freezer direttamente con la parte centrale come esplosa:  l’acqua contenuta all’interno del pesce si è ghiacciata ed espansa, compromettendone l’integrità. Chiedo se vale il paragone della bottiglia messa in congelatore e mi viene risposto di sì. E’ successo a molti di dimenticare una bottiglia messa in fresca in congelatore fino al punto da esplodere, per trovarsi poi un vero disastro. L’abbattitore invece arriva alla giusta temperatura per evitare che questo accada.

“FRESHNESS EXPERIENCE” e BLIND TEST

L’abbattitore è un prodotto  difficile da spiegare e per questo Irinox ha deciso di creare un format chiamato “Freshness Experience”  , che prevede assaggi di diverse tipologie di alimenti abbattuti e lo speciale “Blind Test” dove si devono riconoscere cibi abbattuti e cotti lentamente, solo con il gusto e l’olfatto.

G+luNWxcRxe+vZngpbJghQ_thumb_279

Riesco a superare il primo testriconoscere una fetta di strudel salato, prima abbattuta e poi congelata, da uno appena uscita dal forno. E non perchè sia più buona quella appena fatta ma perchè quella abbattuta spiccava per gusto e croccantezza: le verdure all’interno erano saporite e riuscivo a distinguerne sapori e consistenza, pur essendo state riscaldate.

Sbaglio clamorosamente il secondo: riconoscere un pesce cotto lentamente. Primo, non riconosco il tipo di pesce, vi avevo comunque avvisato che sono una frana in cucina. In seconda battuta scelgo il pesce che era stato cotto al forno: questo perchè il mio palato è abituato a quel tipo di gusto e la cottura lenta mi faceva sembrare il pesce semplicemente meno cotto. Una volta tolta la benda vedo come il colore del salmone di sinistra sia più brillante e le fibre più definite; mentre nel salmone cotto al forno, il colore viri sul rosa pallido e le fibre si stacchino a grandi pezzi, come sfiancate dal calore.

UNADJUSTEDNONRAW_thumb_28a

LA RIDUZIONE DELLO SPRECO DI CIBO E IL RISPARMIO DI TEMPO.

Continuando la chiacchierata, cerco di capire meglio cosa intendono quando, sul loro sito affermano che un abbattitore riduce lo spreco di cibo ed è possibile favorire la convivialità, invitando amici a casa senza stress. Mi viene risposto che i cibi abbattuti e poi messi nel congelatore non si attaccheranno l’uno all’altro ma resteranno separati singolarmente, evitando sprechi in cucina e potendo scegliere la quantità da cucinare di volta in volta. E’ possibile inoltre precuocere alimenti come ad esempio il risotto facendolo arrivare fin quasi a cottura ultimata per poi abbatterlo e conservarlo in freezer in modo da utilizzarlo al bisogno, scaldandolo per pochi minuti.

L’abbattitore inoltre ci permette di estrarre un prodotto abbattuto in precedenza e metterlo direttamente in padellaE’ lo stesso principio dei surgelati pronti, solo che ce li facciamo in casa e con il cibo che vogliamo noi. Ad esempio arriviamo a casa la sera e abbiamo voglia di un hamburger ma è nel congelatore . Avremmo dovuto decidere di cenare con quello almeno la mattina stessa, in modo da dargli il tempo di scongelarsi. Con un abbattitore in casa invece si può fare in due modi: gestire uno scongelamento controllato della durata di due ore a dieci gradi, se vogliamo programmare un pasto con anticipo oppure mettere l’hamburger in padella, direttamente dal freezer.

Mi dicono che anche i latticini possono essere abbattuti,  senza doversi abbuffare dello stesso cibo per giorni per gustarlo fresco. Per farmi capire meglio la Corporate Chef estrae dal freezer  una busta di plastica senza liquido che sembra contenere delle palle bianche : sono mozzarelle di bufala fresche, abbattute e congelate.

UNADJUSTEDNONRAW_thumb_28e

Fantastici invece i frutti di bosco, le banane ed i kiwi , che come consistenza sembrano frutta disidratata.Mentre assaggiavo un lampone avevo il timore di farmi saltare un dente ma la sorpresa è stata grande, quando mi son trovata a gustare un lampone della stessa consistenza di una caramella semi-dura.Esistono alcuni casi in cui è sconsigliato l’abbattimento in negativo, come la frutta e la verdura contenente tanta acqua, ad esempio angurie, cetrioli, meloni, e verdura in foglia come insalata, spinaci.

ABBATTIMENTO IN POSITIVO, PULIZIA E CONSUMO ENERGETICO

Fin qui ho scritto dell’ abbattimento in negativo, cioè con temperatura sotto allo zero. Ma l’abbattimento in positivo, cioè fino ai tre gradi sopra allo zero, che pregi ha?

Lo si può utilizzare quotidianamente su prodotti freschi come pasta fresca, frutta, verdura e formaggi prima di metterli in frigorifero, specialmente se non si possiede un modello con cassetto ad umidità controllata o zona “zero gradi”, in modo da allungare la durata e la croccantezza dei vegetali e della frutta,  evitare proliferazione di batteri, muffe o deperimento veloce di pasta fresca e i formaggi.

La pulizia di un abbattitore è semplicissima. Esiste il programma dedicato dove la ventola che provvede alla cottura lenta si occupa di togliere residui di brina e umidità dal vano di acciaio. A differenza del microonde ad esempio non esistono particolari controindicazioni per il materiale dei recipienti da inserire nell’abbattitore, anche se le teglie di acciaio sono le più consigliate perché conducono meglio il freddo.

Si ma se acquisto un abbattitore consumerà molta elettricità? In molti chiedono se avere un abbattitore porti ad elevati costi in bolletta. Ecco qui sotto una tabella con i costi stimati dichiarati da Irinox.

Consumi jpeg.001

Pochi consumi, facilità di pulizia e praticità d’uso.: non si vuole che il cliente acquisti il prodotto per poi metterlo da parte, una volta passata l’onda dell’entusiasmo.

Per questo motivo è stato creato di recente un progetto di comunicazione che comprende un ricettario cartaceo, un’interazione con il catalogo per cui attarverso un qr-code si andrà direttamente alla spiegazione della funzione prescelta con esempi di  videoricette e  un’area dedicata all’interno del sito, in cui si può trovare la preparazione perfetta a seconda delle proprie esigenze di utilizzo.  “Siamo presenti anche nel post vendita, grazie alla newsletter che inviamo settimanalmente, piena di ricette per la realizzazione di piatti facili e gustosi con l’abbattitore “- spiega Alice Acoleo -“per poter stimolare il cliente ad utilizzare tutti i giorni i nostri innovativi elettrodomestici.

In un mondo come quello degli elettrodomestici, dove ha sempre più importanza il prezzo dimenticando il post vendita, trovare una azienda dove la qualità del prodotto e il cliente vengono messi al centro, prima durante e dopo l’acquisto, secondo me non ha prezzo.

Per maggiori informazioni, cataloghi, mappa rivenditori autorizzati o calendario eventi vi rimando al sito dell’azienda: www.irinoxhome.com

UNADJUSTEDNONRAW_thumb_270